Come scrivere un curriculum vitae a prova di recruiter?

21 novembre 2017 - 12:31, by , in News, Comments off

La mia compilazione è difficile e noiosa, però io sono il tuo biglietto da visita.

Non ti garantirò l’assunzione, ma ti darò l’opportunità di accedere a una selezione per il lavoro dei tuoi sogni, destando un’impressione in chi mi valuterà.

Che sia buona o meno, questo lo sceglierai tu e dipenderà dal modo in cui mi redigerai.

Tieni ben a mente che la persona che mi leggerà è ormai stanca di ricevere i soliti curricula, ne vede migliaia di esemplari tutti i giorni e, in soli pochi secondi, è in grado di capire se puoi essere valido per la posizione per la quale sta cercando una risorsa.

I dubbi che subentrano nel compilarmi sono molteplici: la scelta del carattere, delle immagini, allegare o meno la foto, a colori o in bianco e nero, descrivere prima le esperienze o gli studi, l’importanza degli hobbies.

Il punto è che non voglio essere uno dei tanti curricula che un HR legge: voglio lasciare il segno!

Quali solo le caratteristiche che vorresti per me?

Per presentarti a un appuntamento e lasciare il tuo recapito a una persona che ti interessa, farai certamente il possibile per apparire al tuo meglio, ma non esagerare!

Ecco cosa voglio per me:

LA FORMA:

Devo essere interessante, sintetico, preciso e ricco di informazioni.

Devo essere accattivante e attirare l’attenzione, ma con semplicità.

Devo avere uno stile lineare e ben definito (non usare dieci colori diversi!).

Il formato europeo non è più di moda: voglio essere di massimo due pagine!

LE PARTI ESSENZIALI:

  1. dati personali e recapiti: Nome, Cognome, Data di Nascita, Residenza e Domicilio se differente dalla residenza, numero di telefono, e-mail, contatto Skype
  2. b) esperienze lavorative: descrivi la tua ultima esperienza, specificando la nomenclatura del ruolo che hai svolto, il nome dell’azienda, la durata del rapporto di lavoro e il tuo inquadramento aziendale. Continua elencando le esperienze più importanti e significative
  3. c) istruzione: specifica il titolo di studi più recente, aggiungendo master e corsi specifici professionalizzanti
  4. d) conoscenza di lingue e conoscenze informatiche: elenca le tue abilità poliglotte, i sistemi informatici che utilizzi, cosa sei in grado di fare e quanto sei social (aggiungendo anche i link dei tuoi profili, a chiunque piace curiosare e scoprire chi sei!)
  5. e) consenso al trattamento dei dati personali, secondo la vigente normativa sulla privacy (quando le condizioni del datore di lavoro, ad es. l’appartenenza a categorie protette, lo impone)

N.B. Non dimenticare di posizionare in alto, vicino ai dati personali la tua foto: voglio essere riconoscibile!

Oltre alle parti fondamentali per conoscere la tua professionalità, dovrai riuscire trasmettere chi sei: in poche righe racconta di te, delle tue passioni, del tuo carattere, dei tuoi hobbies e della tua famiglia.

Non dimenticare di aggiungere informazioni relative alle tue disponibilità in termini di inserimento ed inquadramento, mobilità territoriale, trasferte, trasferimenti, tempistiche.

COME INVIARMI:

Devo essere in un formato leggibile da qualsiasi dispositivo: word o PDF.

Assicurati che la mia impaginazione sia la medesima che vede anche il mittente, denomina il file con: CV NOME COGNOME.

Dimenticavo: leggi bene l’annuncio e la descrizione della posizione per la quale ti stai candidando. Non dimenticare chi sei e cosa stai cercando.

Non inviarmi a chiunque!

Attenzione: nel momento in cui sarò sotto gli occhi di un recruiter, preparati a ricevere una telefonata. Dovrai essere motivato, ottimista, educato e determinato!

In bocca al lupo e buona scrittura. Fammi fare bella figura, sono il tuo curriculum!

About author: