Chi sono e che cosa fanno i team player e i collaboratori narcisi?

8 giugno 2017 - 16:42, by , in News, Comments off

fonte:iltempoperse.it

Parliamo spesso di manager, capi, leader, boss verso leader… ma raramente affrontiamo il tema dei collaboratori fuori dagli standard, come i team player o i “collaboratori narcisi”.

Sono dei motori che imprimono, in senso positivo o negativo, una spinta alle performance dell’ambiente di lavoro nel quale agiscono.

Per “collaboratore narciso” intendiamo una risorsa umana che persegue esclusivamente i propri obiettivi in ambiente di lavoro. Il “ team player ” è il suo esatto contrario; mette in secondo piano la propria individualità per favorire il bene dell’azienda. I risultati che persegue sono quelli del team nel quale opera.

Queste risorse esistono in ogni team, più o meno evidenti oppure ‘coperte’; la loro influenza viene rinforzata o indebolita dall’impronta esercitata dal management aziendale.

 

Le principali caratteristiche

Team player

  1. Lavora in team, per l’azienda e per sé
  2. Riconosce il proprio capo, i colleghi e gli altri supervisori; si muove trasversalmente nel gruppo di lavoro
  3. Usa ‘noi’
  4. Favorisce il gioco di squadra, non cerca visibilità. Se usassimo la metafora calcistica, è un mediano che distribuisce la palla, pronto a correre in avanti così come a assistere la difesa
  5. È un innovatore: ascolta, valuta le nuove proposte e le accetta con favore se, potenzialmente, generano nuove opportunità
  6. Si assume rischi e successi insieme agli altri
  7. Accetta gli errori. Li considera una tappa di avvicinamento al successo
  8. È empatico. Si mette nei panni degli altri, tende al loro supporto e motivazione
  9. È diretto e trasparente.

 

Collaboratore “narciso”

  1. Lavora da solo, per sé e per il suo capo.
  2. Riconosce esclusivamente il suo diretto superiore, è sprezzante nei confronti dei colleghi
  3. Usa ‘io’
  4. Agisce come una “premiere dame”; vuole essere al centro dell’attenzione e pretende visibilità. Nel calcio è un “veneziano”, un giocatore che non passa mai la palla
  5. E’ un conservatore; ripeterebbe all’infinito quello che è già stato fatto, non accetta nuove proposte, la sua prima risposta è sempre ‘no’
  6. Attribuisce a sé i successi e scarica l’insuccesso sugli altri
  7. Gode quando gli altri falliscono; ‘ve l’avevo detto ’ è una delle sue affermazioni preferite! L’errore degli altri diventa uno strumento per riaffermare l’esattezza del proprio punto di vista
  8. È cinico. Minimizza le difficoltà degli altri. Non manifesta sensibilità di nessun genere
  9. Si muove nell’ombra, preferisce favorire pettegolezzi e ‘rumori’

 

Né bianco né nero

Abbiamo cercato di tracciare una sintesi delle principali caratteristiche di queste due figure. É un po’ come se avessimo usato, in una tavolozza di colori, solo il bianco e il nero. In realtà, più comunemente, le caratteristiche non sono mai così estreme-nette, ma coesistono esprimendosi con diverse sfumature.

Quando in un ambiente di lavoro sono presenti numerosi team player, significa che l’azienda è solida, il management esercita una leadership orizzontale privilegiando i risultati di medio e lungo termine. Se in un team, al contrario, operano uno o più “collaboratori narcisi”, significa che quell’azienda non ha una cultura così solida ed è focalizzata sui risultati a breve termine, con una leadership direttiva.

About author:
Lo Staff è composto da professionisti, opinion leader e appassionati che, a tutti i livelli, sono sempre aggiornati sugli ultimi Trend. La mission è condividere e trasferire nuovi modelli, strumenti e metodologie che riguardano il mondo HR, in una parola nuova “Capability”.